www.ivanobambini.it 
Nome utente:
Password:
Nuovo utente

Check your website
HOME | chi sono | portfolio | altro | dove sono | contatti | links |

pointer
I motori di ricerca
-Breve storia
-Come funzionano
-Siti dinamici, Flash, frames
-CMS e indicizzazione
-Spam e guerra agli spammer
-Sull'attendibilita'
-Segnalare un sito
pointer
La professione SEO
-SEO, cosa significa
-Costruire una campagna SEO
-WEB directory e SEO
-Gli algoritmi dei motori
-Keyword density
-Link popularity
-Doorway pages e Cloaking
pointer
Il PageRank di Google
-Introduzione
-Come funziona il PageRank
-Come si calcola il PageRank
-PageRank e struttura dei link
-Conclusioni
pointer
Strumenti utili
-Cosa vedono gli spider
-Risorse e servizi online
-Webmaster tools
-Esempio di analisi di siti web
-Glossario
pointerLa professione SEO

WEB directory e SEO

La WEB directory più conosciuta è Yahoo. Nonostante Yahoo nel corso degli anni si sia evoluto e trasformato in un vero motore di ricerca, conserva ancora la sua directory originaria basata sul lavoro umano. In quest'ultimo anno abbiamo assistito al moltiplicarsi di nuove directory, di settore, territoriali, specializzate. La domanda è: le directory possono portare beneficio al proprio sito?

Riassumiamo brevemente la differenza:

  • I motori di ricerca interrogano un database di documenti indicizzati in precedenza
  • Le directory sono database di siti organizzati in categorie e sottocategorie
Mentre un motore di ricerca indicizza automaticamente i siti rintracciati nel web, per essere inseriti in una directory occorre iscriversi. Spesso i motori di ricerca a loro volta prelevano gli indirizzi e le pagine anche dalle directory. Per capire se le directory possono essere utili, è necessario porsi una domanda: gli utenti le utilizzano? Per rsipondere è necessario analizzare i files log del server, e all'interno di essi i referrer, cioè il sito di provenienza di chi perviene al vostro sito WEB. E' ormai appurato che un'alta percentuale di visite proviene dai motori di ricerca, ma non è raro trovare directory di provenienza. E' quindi consigliabile iscrivere il proprio sito al maggior numero di directory attinenti per aumentare il proprio traffico.

Le directory gratuite stanno lentamente scomparendo: aumenta il numero di quelle che richiedono il pagamento di una quota, anche minima, di iscrizione. In questi casi, se si pensa al beneficio diretto legato all'incremento di visite, può sembrare che non ne valga la pena, ma occorre considerare un altro fattore: l'aumento di link popularity determinato dal link in ingresso. Il buon posizionamento di un sito dipende molto dai link in ingresso, non tanto per il numero quanto per la qualità: non è necessario avere un grande numero di link, ma alcuni link qualificati attinenti la materia del proprio sito. E spesso le directory sono il modo meno costoso per ottenerli.

Tutti i motori di ricerca consentono di inserire un sito, ma quasi sempre non serve a nulla: il sito viene rintracciato lo stesso, solo che spesso occorre molto tempo. La presenza in web directory può accelerare il processo, spesso notevolmente. Ecco le directory gratuite più importanti:

  • AbiLogic
    Gratuita, richiede circa un mese di tempo. Possiede anche l'opzione a pagamento che accelera la pratica.
  • Gimpsy
    Include solo siti interattivi (video, sondaggi, e-commerce). Possiede anche l'opzione a pagamento che accelera la pratica.
  • Index Unlimited
    La versione gratuita richiede link reciproco.
  • JoeAnt
    Gratuita per gli editori volontari.
  • NetInsert
    Basata sull'analisi dei metatag.
  • Open Directory
    La directory più famosa. Curata da editori volontari, è totalmente gratuita e richiede molto tempo, oltre ad essere fortemente selettiva: occorre che il proprio sito abbia contenuti veramente originali e sia segnalato nella categoria giusta.
  • Skaffe
    Gratuita per gli editori volontari.
  • SiteRanking.com
    Gratuita, ma richiede link reciproco.
  • Web-Beacon
    Gratuita per gli editori volontari.
  • Web World
    Gratuita, richiede circa sei mesi di tempo. Possiede anche l'opzione a pagamento che accelera la pratica.
  • WoW
    Inclusione gratuita in brevissmo tempo, ma occorre prestare attenzione a rispettare le regole.
Le principali directory a pagamento:
  • Arielis Web Directory
  • Best of the Web
  • BlueFind
  • Business.com
  • GoGuides.org
  • Microsoft bCentral SBD
  • SevenSeek
  • Site-Sift
  • SunSteam
  • Uncover the Net
  • WebAtlas
  • Yahoo
Iscrivere un sito a una directory è leggermente differente dall'iscriverlo a un motore di ricerca. La differenza sta nel fatto che, una volta segnalato il sito, il motore di ricerca rintraccia l'url e indicizza il sito automaticamente. La descrizione, il titolo e gli argomenti trattati vengono costruiti quindi con un processo automatico, e prelevati dai testi originali. Le directory, invece, non esplorano il web, quindi gli elementi di cui sopra non possono essere prelevati: devono essere indicati da chi si iscrive. Per questo è importante prestare attenzione quando ci si iscrive per la prima volta: non solo si rischia di far apparire il sito nella categoria sbagliata o con elementi errati, ma è difficile poi tornare indietro.

Una seconda differenza sta nel fatto che le directory prendono in esame una sola pagina (in genere la homepage), mentre per i motori di ricerca tuttle le pagine sono concettualmente uguali, e la home assume (ma non sempre) la massima rilevanza in virtù della struttura dei link interni ed esterni. Inoltre: mentre i tag <TITLE> e <DESCRIPTION> per i motori di ricerca devono contenere parole chiave, ciò non è necessario per le directory. Quindi è buona norma limitarsi al nome dell'azienda per il titolo, e inserire una descrizione più discorsiva anziché copiare e incollare i tag originari. Infine: mentre il tag <KEYWORDS> ha perduto significato per i motori di ricerca, che nella quasi totalità lo ignorano, le parole chiave indicate nelle directory servono efettivamente come chiavi di ricerca. Ecco in dettaglio alcune raccomandazioni specifiche:

  • Yahoo
    L'iscrizione a pagamento avviene attraverso una tassa annuale, che consente l'inclusione entro 5 giornate lavorative, ma il fatto non è assicurato se viene a verificarsi qualche malfunzionamento del sito come dead links, pagine in costruzione, server irraggiungibile. Esiste anche l'inclusione gratuita, ma possono trascorrere settimane se non mesi.
  • Looksmart
    Adotta un sistema pay-per-click, L'iscrizione a Looksmart assicura la presenza su MSN, in quanto questo motore di ricerca ne utilizza il database per i suoi risultati.
  • Open Directory
    L'iscrizione avviene gratuitamente ed è curata da editor volontari per ogni categoria. Il giudizio degli editor è insindacabile e autonomo. Possono passare mesi, e non è detto che l'iscrizione avvenga, in quanti i criteri sono molto selettivi. Non c'è modo di controllare direttamente lo stato della propria pratica, ma era possibile farlo dal sito resource-zone fino a poco tempo fa. Il thread è stato però chiuso il 21 maggio 2005 a causa dell'eccesso di richieste sullo stato di avanzamento del proprio sito.
  • GoGuides.org
    Composta da editor volontari anch'essa, ma a pagamento. L'iscrizione avviene entro due giornate lavorative. E' possibile l'iscrizione gratuita a una categoria se si diventa editor di quella categoria dopo aver superato un test on-line.
  • JoeAnt
    Composta da editor volontari, a pagamento, oppure diventando editor. A differenza della precedente, non è necessario superare alcun test per diventare editor.
  • Hotrate
    Per aggiungere un sito è necessario diventare editor.
  • Wherewithal/Xoron
    Ci sono due modi per iscriversi: segnalare il sito e attendere, oppure diventare editor.
  • Zeal
    Di proprietà Looksmart, accetta solo siti no-profit. L'iscrizione è gratuita.


Inizio pagina Inizio pagina
[HOME] [chi sono] [portfolio] [altro] [dove sono] [contatti] [links]

Ultimo aggiornamento pagina: 15/02/2007 09:43:32